L’obiettivo

Lo sport è uno tra gli strumenti più efficaci, in grado di abbattere barriere sociali e creare senso di comunità.

In particolar modo, lo sport di squadra offre spunti valoriali ed educativi importanti se ben gestiti e ben veicolati. 

Per questo, è essenziale la sua diffusione a partire dalle zone più disagiate e nelle fasce più deboli e a rischio di emarginazione ed esclusione sociale.

Troppo spesso, di contro, con l’aumentare del livello professionistico, si sviluppa in maniera esponenziale, un approccio che si allontana sempre più dallo spirito sportivo insito nel DNA stesso che lo dovrebbe contraddistinguere.

Una tensione sociale e mediatica che anziché smussare le tensioni, le acuisce.

Senza scomodare De Coubertain, crediamo che ci sia spazio, per fare un deciso passo in avanti, con quel concetto di sport che lui stesso esprimeva. 

Apice dell’approccio sproporzionatamente agonistico è il derby. 

Quella sfida territoriale di cui è piena la letteratura, la filmografia, le canzoni e la storia in ogni parte del mondo. Da sempre. La difesa dell’appartenenza costi quel che costi, spesso senza oggettiva obiettività e tantomeno sportività. 

WeDerby® vuole essere proprio un antidoto a tutto questo. In maniera sana e goliardica, contribuendo a creare un sano spirito di comunità. Nelle città attraverso lo sport.

Quale esso sia.

In Italia come nel resto del mondo. 

Ma oltre all’aspetto goliardico, già efficace, vogliamo rendere l’effetto di WeDerby® più efficace proprio a partire dai territori.

Non solo, riportando il tifo ad un ambito più sereno, ovvero espressione di appartenenza che fa da cornice giocosa a quella che in definitiva è una semplice ‘partita di pallone’, ma associando l’evento ad un progetto che ad ogni derby darà l’opportunità di praticare sport in strutture adeguate, anche a chi vive nelle zone più disagiate e periferiche della città.

Crediamo fortemente che esista un tema di “restituzione alle città” da parte dei club, rispetto a quanto ricevono dai tifosi. Passione incondizionata, sforzi e sacrifici (anche economici) che i tifosi fanno quotidianamente, a partire dai ceti più popolari.

Per questo WeDerby® vuole sostenere quelle realtà che utilizzino lo sport come strumento di inclusione sociale.

Per lo stesso motivo valoriale WeDerby® propone un coinvolgimento sportivo didattico, che sappia educare al tifo sano e giocoso partendo dal luogo simbolo della formazione delle nuove generazioni. Le nostre scuole.

WeDerby® e il calcio italiano

 Il calcio è una delle più importanti e significative passioni degli italiani. Eppure, dentro e fuori gli stadi, il nostro campionato è spesso spettatore di episodi che poco hanno a che spartire con una serena, bella e divertente giornata sportiva.

Quella che la maggior parte dei tifosi desidererebbe vivere, con al centro il bel calcio e il bel gioco. 

Crediamo che questo tema così delicato, soprattutto in un Paese che storicamente fa delle partite e del week end un rito laico che coinvolge milioni di persone di tutte le età, non debba trasformarsi in un tema di ordine pubblico. 

Siamo convinti che tutte le forze migliori del Paese debbano porre un argine a questa deriva, mettendoci del proprio. Tornando a valorizzare quel “sistema Paese” che solo gli italiani sono capaci di riaffermare e pretendere nei momenti più delicati.

E’ in questo contesto sociale che nasce WeDerby®.

Il progetto per un tifo sano e valoriale.  

Un progetto che punta a ricondurre le partite, e in particolare le stracittadine, ad un evento di gioco quale esso fondamentalmente è, e deve tornare ad essere.  

Come farlo? Attraverso un semplice “ritorno al passato” ma con l’ausilio delle nuove tecnologie che i nostri tempi hanno conquistato. 

Stiamo parlando di quelle sfide goliardiche di cui ancora in molte famiglie si sente parlare e che spesso si tramandano di generazione in generazione.

Cos’è WeDerby®

Una sfida goliardica sui risultati delle partite, da “giocare”, attraverso regole ben definite, tra colleghi, amici, parenti, compagni di scuola, condomini e tra tutti coloro che vogliono farlo. Nella città e non solo. Perché si è tifosi in ogni parte del mondo. Anche a distanza.  

Una sfida dove ad essere premiata sarà la creatività e la capacità di godere in modo scanzonato del risultato sportivo. Una sfida che rigetterà e considererà irricevibile ogni proposta di natura offensiva, pericolosa o indecorosa. 

Ecco perché questo progetto non vuole fermarsi a quelle sfide dal sapore antico, ma riconoscere e premiare le centinaia di immagini diffuse sui social e che immancabilmente la fertile creatività italica comincia a produrre nelle febbrili ore pre e post derby.

Anche in questo caso abbiamo proposto un vero e proprio premio per coloro che saranno più creativi in uno sfottò divertente capace di non scadere nell’offesa dell’avversario.

Questo progetto audace ed ambizioso e allo stesso tempo di una genuinità antica, partirà già in questo girone di ritorno a partire dal derby Lazio – Roma previsto per il 3 marzo allo stadio Olimpico della Capitale.

Dopo questo importante battesimo, WeDerby® coinvolgerà per il campionato 2019 – 2020 anche le altre sfide stracittadina di serie A: Milan-Inter; Torino-Juventus; Genoa-Sampdoria e auspicabilmente Verona-Chievo.

Ma non solo.

Per stracittadine intendiamo tutti quei derby del “campanile” anche territoriali e regionali non solo in prima serie, non solo nel calcio. 

Proprio per il carattere popolare dell’iniziativa, il nome del progetto avrà di volta in volta a seconda della città interessata, un sottotitolo in dialetto studiato in collaborazione con Unpli Unione delle Pro Loco che da anni si occupa della conservazione dei dialetti e le tradizioni locali.  

I premi che le sfide più creative si aggiudicheranno, e che saranno consegnati nel corso di un apposito evento all’interno dello Stadio Olimpico, saranno di vari tipi: da magliette e palloni autografati, gadget, biglietti della squadra del cuore, giornate con i campioni, walking about con visita degli spogliatoi allo stadio Olimpico.

Un derby. Un Campo. Cento storie.

Attraverso WeDerby® con l’aiuto degli sponsor, realtà istituzionali e sportive, fondazioni e società di calcio, abbiamo l’ambizione di lanciare Un derby. Un campo. Cento storie.

Dopo ogni derby, con l’aiuto di tutti i partner che hanno aderito al progetto, vogliamo sostenere quelle realtà cittadine che fanno dello sport un elemento di coesione sociale, di integrazione aggregazione e di lotta al disagio. Dove un campo sportivo significa non solo un luogo dove fare sport ma un presidio sociale dove incontrare nuovi amici con cui condividere risate e divertimento in maniera sana.

Un progetto, questo, che vedrà coinvolta attivamente l’Associazione italiana Calciatori e la loro onlus.

Le realtà saranno individuate anche in relazione ai dati statistici rispetto alla microcriminalità, al disagio giovanile, alla dispersione scolastica.  Un sostegno che sia accompagnato dal ricordo a due ex calciatori delle due squadre coinvolte nel derby, proprio per rimarcare l’importanza dei valori sportivi del rispetto e della fratellanza che devono prescindere le fedi calcistiche.  

Una intitolazione accompagnata dalla loro storia, in modo che possano rimanere impressi eternamente nella carne viva della città, contribuendo a far tornare nelle strade delle nostre città quei bambini dalle ginocchia sbucciate che tanto mancano a questa città.

Questo obiettivo sportivo e di crescita sociale, potrà dare anche l’opportunità a tanti ex professionisti di non disperdere la loro professionalità ed il loro carisma, insegnando il gioco del calcio nelle strutture sostenute grazie a WeDerby®.

Un percorso che sarà seguito passo passo e videodocumentato, nelle sue varie tappe da WeDerby®.

Una Sfida tutta da ridere

All’interno del progetto è prevista una parte riservata alle scuole elementari e medie con Una sfida tutta da ridere. Realizzata in partnership con gli Uffici Scolastici Regionali, Skuola.net proporrà ai ragazzi di scrivere una sfida divertente. Quelle che la giuria considererà più sagaci saranno adottate dagli sfidanti che parteciperanno a WeDerby® dell’incontro successivo.

Anche e soprattutto personaggi famosi (attori, cantanti, youtuber) saranno chiamati ad “adottare” queste sfide, magari andandone a parlare con i ragazzi nelle scuole stesse accompagnati dai campioni sportivi.

Si possono mandare proposte fino al mese precedente il derby della stagione 2019 – 2020 alla mail unasfidatuttadaridere@gmail.com